Chi semina raccoglie!

E’ stato un week end ricco di appuntamenti che ci ha visto un po’ in giro per l’Italia centrale a cercare i minimi di partecipazione ai campionati Italiani di categoria o le qualificazioni alle fasi finali dei Cds cadetti e allievi.

Partiamo dai cadetti e dalla cadette, il nostro nuovo vivaio uscito dai centri giovanili, per l’occasione seguiti a Rieti dall’instancabile Marisa Masullo. C’è stato qualche bel risultato in attesa della finale della prossima settimana che ci vedrà di nuovo impegnati con i soli cadetti.

Con questi ultimi, tanto per non smentirci, abbiamo tirato fuori  l’ennesima staffetta di valore che ha emulato i più grandi e si è classificata a sorpresa terza, dietro le compagini dell’Esercito (nuovo primato regionale con 2’07”08) e di Frascati, con il tempo di 2’15”19 (Simone De Maria,  Francesco Collatina, Alessio Romeo, Luca Florenzi).

Negli 80 si sono distinti, a distanza di pochi centesimi l’uno dall’altro, sempre De Maria, Florenzi e Collatina, seguiti dai validi Romeo, Samuel Proietti, Matteo Lispi e Riccardo Paternostro. Quest’ultimo ha portato punti utili sui 300hs, seguito di poco da Giulio Farese, all’esordio con i nostri colori.

Sui 1000 il migliore è stato Gabriele Gambino, seguito da Luca Maranto, un po’ deluso dalla prestazione, ma che deve avere la pazienza di aspettare e crescere, dato che le qualità non gli mancano. Bravi anche Francesco Mittoni, Alessandro Rossi e Diego Marchesano, già protagonisti delle campestri di quest’inverno.

Ad Alessandro Meduri la palma come migliore dei nostri a livello individuale:  11.05 nel triplo che lo colloca al quinto posto.

Bravi tutti i cadetti, settimi nella classifica al termine delle tre fasi di qualificazione. Ricordiamo anche gli altri che hanno portato il loro contributo alla causa nelle prime due fasi: Marcelo Vicenzi Filardi, Tommaso Zullo, Francesco Imperioso, Marley De Pinho Carvalho, Jacopo Carlini, Matteo Famularo, Leonardo Giuliani, Matteo Masini, Mattia Lo Cascio, Mattia Vannutelli.

Ora occorre tirar fuori le unghie in finale!

Tra le cadette abbiamo una figlia d’arte, Giulia Bayram, che ha esordito, bravissima, da primo anno cadetta sull’asta con 2.10. Tra poco cercheremo di trovarle compagnia sulla specialità!

Negli 80 cadette siamo stati validamente rappresentati da tante atlete. Nell’ordine: Claudia Ruggiero, Miriana Splendori, Valentina Porceddu, Iris Fasoli, di nuovo Giulia Bayram e Cecilia Castracane. Anna Stanziale, dopo il peso si è cimentata anche sui 1000, se qualcuno ha dubbi sul suo eclettismo! Brava Lavinia Germano all’esordio sui 300hs e Margherita Paris sul triplo. E infine la staffetta con Porceddu, Paris, Ruggiero e Germano a chiudere la mattinata ricca di partecipazione e buoni risultati. Le cadette non sono in finale (vanno le prime 12 società) ma hanno completato tutti i punteggi previsti dal Cds. Ci riproviamo l’anno prossimo, ormai ci abbiamo preso gusto!

Sempre a Rieti si è svolta la prima fase dei Cds allievi (la seconda sarà a settembre) che ha visto una nutrita partecipazione delle nostre e dei nostri ragazzi.

Partiamo dalle allieve: sabato velociste in evidenza con Stella Vacca (13”15), Lavinia Corsi (13”32) e Marta Nesteruk (13”44 ) seguite dalle valide Flavia Corpina e Federica Parruccini. Stella ha anche siglato la migliore prestazione delle nostre con 15”06 sui 100hs sfiorando il suo record sociale. Sui 400 buon primato personale per Anna Zuinisi (62”04), con Chiara Capuano e Alessandra Cravagno a seguire. Lavinia Cedrola è quarta sui 1500, vicina al personale con 5’23”63. Silvia Di Rocco ci prova nel peso, ma va molto meglio il giorno dopo nel giavellotto dove migliora fino a 26.03, seguita da Parruccini a 22.05.

A chiudere la prima giornata una sfortunata 4×100 (Parruccini-Corsi-Nesteruk-Mosca) che vede perdere il testimone al primo cambio. Ma c’è il tempo di ripartire e chiudere comunque la gara!

Domenica la coppia di Monterotondo Zuinisi-Nesteruk si ripete sui 200 con buoni risultati (27”61-28”09). Lavinia Cedrola fa gli straordinari sugli 800 (2’37”82) seguita da Alexandra Marcks (2’48”47).

Brava Francesca Giusti nel lungo con 4.97, dove anche Lavinia Corsi atterra a 4.63. Per finire la 4×400 con Cravagno-Mosca-Giusti-Zuinisi con 4’26”16. Adesso tutte compatte a settembre per tornare a una finale nazionale!

Gli allievi sono scesi in campo con Andrea Flati che ha fatto il suo primato personale su 100 e 200 con 11”69 (+1.2) e 23”55. Doppio personale anche per Federico Fracassini Serafini con 12”49 e 25”76. Sui 400 c’era il solo Matteo Sandoli che all’esordio sul giro di pista sigla 56”73 con un finale ancora in spinta. Sugli 800 Andrea Stanziale lima il suo personale portandolo a 2’07”28, così come Marco Musacchio sul 1500 (4’42”03). Lorenzo Arbolino prova ad emulare i keniani su una riviera (l’esperimento non convince) e chiude in 6’56”28 i 2000st. Ci riproveremo.

Edoardo Berardelli doppia 110hs (16”82) e 400hs (1’02”61) e migliora sulla gara dove l’aspettavamo meno.

Nell’alto c’è l’esordio di Fernando Forti: 1.55 con pochi appoggi. La stoffa c’è e si può salire ancora! Così come più avanti ancora possono andare i balzi di Davide Scocco, migliorato fino a 12.76 nel triplo alla sua seconda gara.

Bravo nel peso Lorenzo Iacoangeli con 10.70, migliorabile nel disco, ma c’è tempo per riprovarci meglio. Yuri Pancotti fa il suo esordio nel martello. Lo aspettiamo a settembre con qualche bordata più decisa.

La 4×100 (Fracassini Serafini-Scocco-Carassai-Flati) si migliora con 45”46, grazie anche all’innesto di Willy che, per il momento, deve rinunciare all’amato giavellotto. Ma presto torniamo anche a lanciare.

La 4×400 si giova di un’altra new entry, Emiliano Chianella, che condivide le fatiche di Stanziale, Berardelli e Arbolino, stavolta meno arrembanti del solito.

A settembre dobbiamo tornare più agguerriti che mai, magari con l’innesto di Paolo Morseletto (auguri per la ripresa!) e i lanci di Willy per ritornare in finale. Non molliamo l’osso!

Sempre a Rieti gare extra per i più grandi.

Lorenzo Centracchio centra il minimo dei 110hs junior con 15”51 in una gara solitaria. Se qualcuno volesse farsi una passeggiata al campo di Ariccia dove si allena con Luca Barbieri, sfortunato protagonista a Bastia Umbra domenica (caduto all’ultimo ostacolo mentre era davanti al vincitore giunto vicino ai 56”), vedrebbe cosa vuol dire allenarsi e metterci l’anima in una pista che ha solo qualche fazzoletto di tartan qua e là. Bravo Lorenzo e bravo all’allenatore Vincenzo Iacoangeli!

Fabio Tardito centra una doppietta di personali su 100 e 200 (10”89 e 21”50), così come Rossi sui 200 (21”85) e Manfredi sui 400 (48”33), preceduto da Iachini al rientro con un buon 47”80 disturbato dal vento.

Si prepara una bella 4×400!

Per finire i risultati di Castiglione della Pescaia dove c’erano ben cinque dei nostri.

SuperBasciani corre un 10”50 ventoso in batteria e si ripete con 10”55 in finale solo dietro Riparelli (10”46). Non correva così forte dal 2013, anno del suo personale…

Sugli 800 Cristiano Colombi si prende la rivincita in volata su Mohamed Zerrad (1’52”87-1’53”00) a pochi passi da Casini e Cuzzolin che hanno prestazioni migliori.

Nei 1500 si rivede Matteo Pacenza autore di una buona gara sul filo del PB (4’00”76), mentre Victor Curcuianu fa un passetto indietro rispetto a una settimana prima chiudendo in 4’03”71.

E ora di nuovo a Rieti sabato e domenica per la seconda prova dei societari assoluti. Ne vedremo delle belle!