Passione arancio-verde!

E anche quest’anno è arrivata la manifestazione che maggiormente esalta il concetto di squadra e l’attaccamento ai propri colori! E’ Orvieto il teatro della finale dei Campionati di Società di serie B, sezione Tirreno, dove per il secondo anno di fila siamo presenti sia con la compagine maschile che con quella femminile.

Partiamo dalle gesta dei maschietti che rendono onore al punteggio di partenza conquistando un ottimo terzo posto complessivo, a mezzo punto dai padroni di casa della Libertas. Come da regolamento il programma gare è dimezzato; si comincia subito col botto, ma non in termini di risultato bensì di sorpresa, infatti ai blocchi del 400hs c’è Francesco Rossi, all’esordio assoluto sulla gara. Nonostante l’inesperienza Francesco riesce a centrare il settimo posto in 57”45 portando i primi 2 punti in cascina. Si prosegue con due vecchi leoni, Fabio Tardito e Matteo Iachini: il primo corre 100m e 400m nel giro di mezz’ora ottenendo un ottimo quarto posto col nuovo PB di 10”95 e una sesta posizione con 50”50, il secondo confermando le attese sui 400m, vinti con un facile (per lui) 48”64.

20150927CP126

Nei 1500 Matteo Pacenza e Mohamed Zerrad danno battaglia tra i primi. Si chiude con un gran terzo posto in 4’02”47 dello junior classe ’97 e il settimo in 4’09”88 per Mohamed.

E’ la volta del salto in lungo: in pedana c’è una giovane coppia d’assi composta da Simone Forte e Filippo Morseletto. Il nostro finanziere conquista la seconda posizione con un balzo da 7.22 metri, meno fortunato Filippo che litiga con la pedana e piazza tre nulli.

Nel giavellotto un suberbo Vittorio Vascellari viene scalzato dal podio all’ultimo turno per 4 cm ma il suo 53.30m resta comunque un gran lancio che gli vale il quarto posto e 5 punti. Ma le sorprese non finiscono perché sulla linea di partenza dei 5 km di marcia c è Michele Fortunato che, anche se col fratellino sarebbe stata un’altra gara, riesce a rendersi onore arrivando quinto in 26’53”19 ottenendo la bellezza di 4 punti.

Si arriva quindi alle armi storicamente più affilate dei nostri ragazzi, le staffette. Il quartetto della 4×100 (Vinci-Morseletto-Rossi-Manfredi) domina la gara fino ai 300m dove pasticcia col cambio e si fa recuperare chiudendo al secondo posto in 42”74. Secondo posto anche per il quartetto del miglio (Vinci-Colombi-Manfredi-Iachini) che corre in 3’20”33.

Parliamo ora delle ragazze che hanno il programma gare complementare, eccezion fatta per i 100m, la marcia e le staffette. Le gare veloci sono di Liliana Iafigliola e Sabrina Gnisci che sprintano rispettivamente i 100 e i 200 in 13”26 e 27”45. Quarto posto agro-dolce per Federica Coppola sugli 800m, chiusi in 2’16”21, a cui sfugge per poco la medaglia ma che conquista 5 punti.

Quinto posto ex aequo per Carla Pedone sul salto in alto che si innalza fino a 1.50 metri, seguita da Arianna Musu a 1.40 Arianna fa gli straordinari sul triplo con un balzo da 11.17 metri che le vale l’ottavo posto.

Arrivano ottave anche Giulia Di reto nel martello con 38.24m e Giulia Concilio nel getto del peso con
8.63m dove, nella stessa gara, un’ottima Delon ottiene l’unica medaglia al femminile, terza con una spallata da 11.05 metri.

Decima la staffetta veloce (Ventura-Todini-Re20150927CP343cchini-Pedone) con 54”96 e quinta la 4×400 (Iafigliola-Coppola-Albano-Gnisci) che chiude in 4’08”12. Risultato finale: undicesimo posto complessivo con 20.5 punti.

Giornata ricca e soddisfacente dunque, condita da un tifo da antologia che, soprattutto alla premiazione finale ha surclassato quello delle altre squadre.

L’Acsi Campidoglio Palatino quindi si conferma su buoni livelli d’atletica ma su incredibili livelli di passione!

 

by Francesco Rossi