Gran finale degli allievi!

Chiudiamo quarti nella finale B  dei Campionati di Società allievi!

Questa la cronaca delle due giornate raccontata da Giovanni Lo Giudice

La trasferta non era iniziata nella maniera migliore. La prenotazione del pulmino non viene onorata e causa un ritardo nella partenza, stessa cosa per quella del pranzo, con il risultato che l’arrivo sul campo di gara, con i ragazzi che ancora masticano, avviene 40’ prima del primo impegno dei nostri. Naturalmente il sottoscritto, già sul posto per partecipare alla riunione tecnica, rischia l’infarto per l’agitazione, già alta in quanto consapevole che affrontiamo le gare con il minimo delle gare (17) coperte per la classifica, quindi senza possibilità di scartarne alcuna e diverse specialità, in particolare peso, disco e martello assolutamente improvvisate. Comunque riesco a calmarmi quando arriva il gruppo guidato da Marco Giangrande che, serafico come sempre, mi dice: abbiamo avuto dei problemi……, beato lui!
Le gare incombono: il primo a cimentarsi è Lorenzo Centracchio con due impegni quasi in contemporanea:110hs e lancio del disco. Lui non si è agitato e sbriga la prima pratica ottimamente con la 4a posizione ed il suo P.B. a 15”45, poi di corsa va in pedana nel disco dove con 23,38 riesce ad agguantare la nona posizione che vale 5 punti.

????????????????????????????????????

Cominciamo bene e continuiamo con la buona prova di Daniele Lupica nei 100 che con 11”73 è 4° e contribuisce alla classifica con 9 punti. Prossima gara di corsa i 400 con un altro risultato positivo. Gioele Catalano parte un po’ troppo cauto, ma finisce forte e conclude secondo con il tempo di 51”99, i punti sono 11.

Dalla pista alla pedana del triplo dove Filipppo Morseletto è bravo e fa sua la gara al primo salto con 13.88. Lui non è contento del risultato, noi dei 12 punti sì. Per le misure più importanti, che vale, avrà altre occasioni.

Segue la prima gara di mezzofondo i 1500, per noi sarà l’unica della prima giornata in quanto non partecipiamo ai 2000st. Come spesso accade in queste manifestazioni c’è gara tattica, ritmo lento fino ai 1000 e poi bagarre. Per noi Victor Curcuianu lotta al meglio delle sue attuali condizioni e conclude in un buon 7° posto con il tempo 4’29”37.

Nell’altro lancio della giornata schieriamo l’eclettico Lorenzo Lucarini, che è l’unico che ha già fatto la disciplina ed è bravo a siglare il suo P.B. con 36.27 che gli vale la settima posizione e 6 punti.

Ultima gara della giornata la 4×100, specialità sempre a rischio, dove sappiamo di potere fare bene: Daniele Lupica, Gioele Catalano, Luca Barbieri e Filippo Morseletto, non tradiscono le attese e vincono con il migliore tempo stagionale (44”11) e arricchiscono il bottino con altri 12 punti.

Finite le gare della prima giornata diamo un’occhiata alle nostre previsioni, abbastanza ottimistiche, e ci troviamo a + 3 punti. La classifica di società, poco significativa, ci mette al 6° posto ma abbiamo coperto solo 8 delle 11 in programma, gli altri di più e i nostri conti (la media dei risultati, puramente indicativa) ci vedono secondi.
Concludiamo la giornata con la soddisfazione di avere fatto bene e la consapevolezza che la successiva ci sarà meno favorevole. A cena questa volta la prenotazione ha avuto un esito positivo, oltre a mangiare ci infervoriamo in una animata ma costruttiva discussione sul futuro, che speriamo e vogliamo roseo, della nostra società. Poi tutti a nanna più o meno tranquilli.

Seconda giornata e prima gara ad alto rischio di zero punti. Qui la vittima di turno è Giulio Ferrazzano. Lui, velocista leggero, dovrà cercare di lanciare l’attrezzo (il martello) di 5kg senza esserne travolto. In verità per le prove l’avevamo dotato di una sofisticata attrezzatura (sacchetta porta scarpe appesantita con cavigliera), che ha contribuito a farlo lanciare a ben mt.14,45 ma soprattutto a prendere i 4 punti della nona posizione.

Nei successivi 400hs schieriamo Alessandro Pietravalle che parte bene ma spende energie preziose per riprendersi da un problema al terzo ostacolo, è comunque brillantemente 3°. Il tempo è 59”83 ed i punti sono 10.

Altro lancio, il peso, con un’altra vittima “illustre” (avrebbe potuto partecipare con merito a più di un’altra gara individuale), ma si è sacrificato volentieri per la squadra e anche lui non ha demeritato gettando l’attrezzo a mt.9,97 e raggiungendo la nona posizione.

Due i salti in contemporanea: Filippo Morseletto nel lungo e Lorenzo Lucarini nell’alto. Il primo impegnato a prendere la terza medaglia d’oro si deve “accontentare” della seconda piazza con 6,42, mentre Lorenzo è ottavo nell’alto e con 1,65 sigla il suo secondo P.B. della manifestazione.

Altra gara di corsa gli 800 con Victor Curcuianu che dopo il passaggio ai 400 va in testa per fare selezione ma paga la sua generosità nel finale finendo ottavo con 2’04”09.

Seguono i 200 con Gioele Catalano che ripete l’impostazione dei 400 (partenza cauta e finale travolgente) ed è quinto con 23”40 e 8 punti. Ultima gara in cui siamo impegnati, prima della 4×400, i 3000 dove Giovanni Castellani conferma la posizione, la decima del suo accredito, siglando 10’52”28. La manifestazione si conclude, come sempre, con la 4×400 dove confermiamo che le staffette sono nel nostro DNA. Alessandro Pietravalle, Emanuele Solimei, Lorenzo Lucarini e Luca Barbieri lottano al meglio delle loro possibilità e concludono in seconda posizione portando gli ultimi 11 punti alla squadra.

????????????????????????????????????

Gare finite. Primo dato positivo è che abbiamo totalizzato 134 punti (sempre + 3 rispetto alle previsioni e + 12 rispetto a quelli totalizzati lo scorso anno), sappiamo di non avere vinto ma che probabilmente abbiamo confermato la posizione di partenza (la quarta, cosa che non era facile perché la formula della finale non ci era favorevole), obiettivo raggiunto. Nulla da recriminare è andata al meglio. Complimenti ai ragazzi che sono stati:disponibili, educati, concentrati e ai loro altrettanto bravi tecnici: Stefania Ferdinandi, Giuseppe Gianfreda, Vincenzo Iacoangeli, Giovanni Longo, Giovanni Lucarelli, Marisa Masullo, Flavio Rambotti, Loredana Ricci e Marco Testero.

????????????????????????????????????

Conclusioni: trasferta piacevole, organizzazione simpaticamente casareccia (molto graditi gli assaggi di cibo fatto in casa gentilmente offerti dall’organizzatore della manifestazione Gianni Lolli, valente velocista azzurro degli anni 70), qualche problema nella logistica confermato dal distacco del parafango anteriore della macchina data in sostituzione del pulmino non arrivato, durante il viaggio di ritorno.

Era l’ultimo impegno di squadra della stagione, poco tempo per ricaricare le pile e si riparte per la prossima.

Per i risultati questo è il link:

http://www.fidal.it/risultati/2015/COD5183/Index.htm