Allieve e allievi al via!

Belle giornate al femminile, con la nostra squadra allieve che si è ben comportata nella prima fase dei Cds di categoria e gli allievi che devono recuperare un po’ di gare nella seconda fase di settembre.

Ecco il resoconto delle due giornate di gara purtroppo rovinate dal maltempo che non ha impedito alle nostre e ai nostri di registrare buone prestazioni. Il primo giorno a Latina sono caduti ben due record sociali: il primo storico sui 100hs di Nora Di Falco, datato 1984, battuto da Maria Stella Vacca, allieva di Giovanni Longo, con il tempo di 15″57, il secondo, più recente, è di Flavia Marini, allenata da Marisa Masullo, che, con 8’27″46, riscrive quello dei 2000st che apparteneva a Martina Falabella. 
Sociali a parte da segnalare i primati personali di Gioele Catalano sui 100 mt (11″52 controvento su pista bagnata) seguito poco dietro da Luca Barbieri. Andrea Flati e Lorenzo Aragosa (che ha doppiato anche i 400) hanno completato il nostro schieramento. Personal best di Lorenzo Centracchio nel triplo, non ripetuto sui 110hs, imitato da Alessandro Pancalli nell’asta (ha fatto anche il disco), di Lorenzo Arbolino nei 2000 st, e un’ottima 4×100 vincitrice con Centracchio, Catalano, Dobrovich e Barbieri con 44″30 corso in sicurezza, salvo un primo cambio un po’ lunghetto. Tra le allieve primati per Chiara Gonzini nel martello, Micol Caroselli nel peso, di Lavinia Cedrola sui 1500, Marta Nesteruk sui 400, Arianna Berré, Laura Fontana, Rachele Habib, Flavia Corpina e Chiara Capuano nei 100. Peccato per la 4×100 che ha cambiato fuori settore.

Si riparte il giorno successivo a Rieti con gare tormentate dal maltempo che ha costretto a rinviare i concorsi e i 400hs. Tuttavia non sono mancati i buoni risultati nelle gare di corsa. Il miglior crono è stato quello di Gioele Catalano nei 200, corsi sotto la pioggia e con vento contrario dopo un riscaldamento durato un paio d’ore a causa dei continui rinvii. Non poteva uscire un tempo migliore di 23″10. Nella seconda serie si è invece migliorato Andrea Flati, nonostante le condizioni avverse, col nuovo di PB di 24″04. Polveri bagnate, è il caso di dirlo, per Lorenzo Dobrovich che ha corso in 24″40, dopo aver destato un’ottima impressione nella staffetta del giorno precedente. C’è stato anche l’esordio di Valerio Radi con 25″51.
Tra le allieve Marta Nesteruk è stata la migliore con 28″37, più dietro Laura Fontana, Rachele Habib e Ludovica Martinelli.
Gli 800 maschili hanno visto cimentarsi tre ragazzi del 2000, capitanati da Lorenzo Arbolino, un po’ provato dalle siepi del giorno precedenti, che ha preceduto Marco Musacchio ed Andrea Stanziale.
Brava Lavinia Cedrola nell’800, corso dopo le fatiche del 1500 del giorno precedente, chiuso in 2’42″69. Anche Lavina è al primo anno di categoria.
E per finire una inedita 4×400 allievi con Edoardo Berardelli, Marco Musacchio, Lorenzo Dobrovich e Andrea Flati che ha onorato l’impegno correndo in 3’52″85.

E’ importante migliorare e completare le gare mancanti il 17 e 18 settembre per accedere alle finali nazionali, non manchiamo!

 

http://www.fidal.it/risultati/2016/REG10850/Index.htm