Golden indoor a Casal del Marmo

Grande abbondanza arancio-verde nel weekend a Casal del Marmo dove sono andati in scena i campionati regionali assoluti indoor. Tanti partecipanti, soprattutto sul rettilineo dei 60m. Ma cominciamo dalla prima giornata, dove sono scesi in pedana nel lungo juniores Lorenzo Lucarini e Chiara Paternostro. Lorenzo, staccando con l’altro piede, conquista il titolo con un balzo da 6.54m, a pochi centimetri dal personale, Chiara invece chiude quinta con 4.27m.

Il giorno dopo sempre in pedana un altro titolo ottenuto, quello del salto triplo allieve con Francesca Giusti che vince con 10.45m e il bronzo nel getto del peso per Martina Consoli con 8.25m.

Si passa alle corse con barriere e a seguire I 60 metri piani che prevedono batterie e due finali, A e B, per ogni categoria. Per le allieve si evidenzia Alessia Mosca che corre in 8.39 e si classifica per la finale A dove giunge quinta in 8.34. Bene anche Lavinia Corsi che realizza due volte il personale, 8.51 in batteria e 8.47 in finale B, Federica Parruccini in 9.14 e Chiara Capuano in 9.56. Tra le juniores si rivede Chiara Paternostro che corre 9.02 in batteria e 9.03 in finale, seguita da Martina Consoli tra le senior che corre 9.12 in batteria e 9.05 finale.

Tra i maschietti si nota l’allievo Andrea Flati che centra la finale B in 7.57 e si ripete dopo in 7.54. Tra I grandi da segnalare il bel rientro in maglia campidoglina per Francesco Basciani che vince il titolo senior correndo in 6.91 e poi in 6.88 e l’affascinante sfida per il titolo promesse conteso dal solito trio Tardito-Rossi-Manfredi. I tre velocisti corrono rispettivamente la batteria in 7.15, 7.17 e 7.17 e si presentano in finale A con i primi tre tempi, racchiusi in 2 centesimi. Serve il photofinish per assegnare il titolo a Fabio Tardito che corre in 7.09 davanti al compagno d’allenamento Francesco Rossi che ottiene lo stesso tempo, 7.09. Terzo Thomas Manfredi in 7.18. Sempre tra le promesse Michele Palumbo chiude in 7.85 e Dario Cappelli in 8.01.

https://www.youtube.com/watch?v=3-6yja4zFQw

 

Francesco Rossi