Riprovaci, Ancona!

Nella celeberrima pista indoor di Ancona, si è concluso il quarto Meeting Nazionale, l’ultimo utile per qualificarsi ai campionati italiani. A questa manifestazione hanno partecipato numerosi atleti con la maglia verde-arancio, iniziando dal sudanese Nagm El din Mohamed, che, dopo aver già provato l’alto e i 200, nella giornata di sabato debutta sui 60 metri, fermando il cronometro a 7.76. In contemporanea andava in scena il triplo maschile con Filippo Morseletto, che ha chiuso la competizione in terza posizione, con un salto di 14.20m, realizzato al primo tentativo, Filippo ha cambiato allenatore quest’anno e sta disputando le prime gare di rodaggio, attendiamo con frenesia di rivederlo il prossimo weekend . Miglior risultato al primo tentativo viene fatto registrare anche nel getto del peso dall’allieva Silvia Biasetti, con 7.33m.

La gara con maggior numero di atleti campidoglini è sicuramente quella dei 400 metri maschili, capitanati da Alessandro Pietravalle, che chiude con un personale in 52.53, confermando le buone prestazioni viste sinora e mostrandosi a suo agio anche senza ostacoli. A seguire, in 52.55 arriva sul traguardo uno sfortunato e rabbioso Alessandro Scapati che chiuso in gara, rimedia anche un sanguinoso pestone. Personale per Michele Visconti che corre in 52.93, seguito dal resto della truppa di Giovanni Lo Giudice, con Daniel Gnisci (53.73), Marco Drago (56.09) e Andrea Stanziale (57.37), per tutti e tre la prima esperienza indoor sul doppio giro. L’unica ragazza a correre i 400m femminili Arianna Berrè, che chiude in 1.11.77. Termina la giornata Emanuele Fiorini nei 1500, che al suo esordio sulla distanza chiude in 4.52.42.

Francesca Fabrizi è la prima atleta verde-arancio a scendere in pista nella seconda giornata di gare, negli 800m femminili, segnando un 2.25.07 e togliendo un secondo e mezzo alla prestazione della settimana precedente, seguita dalla compagna di allenamento Flavia Marini, che alla sua prima esperienza indoor chiude in 2.37.62. Flavia ci rilascia a caldo questo commento : “Per me è stata la prima volta al palaindoor di Ancona, mi sono potuta confrontare con ragazzi e ragazze di alto livello, che fin’ora avevo solo e sempre visto in televisione e gareggiare sulla loro stessa pista è sicuramente qualcosa di straordinario. Sono contenta della mia gara è soprattutto di aver partecipato! “

Vanno poi in scena gli 800m maschili, che vedono come protagonista assoluto Mohamed Zerrad, che combattendo testa a testa fino all’ultimo metro termina la gara in seconda posizione con un buon 1.53.76. Dietro di lui corrono Michele Visconti (2.00.33) e Matteo Pacenza (2.00.55). Infine Emanuele Fiorini termina con 2.21.18, migliorando la sua migliore prestazione di 4 centesimi.

Passiamo poi ai 200m, iniziando dalla prestazione dell’unica nostra quota rosa Arianna Berrè, che chiude il suo debutto in 30.07. Tra i ragazzi spunta tra tutti il nome di Mebratu Gedamu che nella sua prima gara con la nostra maglia corre in 23.00, seguito da Luca Barbieri in 23.08, confermando i progetti visti finora. Alessandro Pietravalle sulla stessa distanza corre in 23.71, seguito da Alessandro Scapati (23.74) e Daniel Gnisci (24.01). Chiudono la giornata e questo weekend di gare Nagm El din Mohamed e Marco Drago, che corrono rispettivamente in 24.61 e 25.39.

Le gambe ancora imballate dai lavori invernali e la pista indoor, ostica anche per gli atleti più esperti, hanno mostrato volti contrastanti tra i protagonisti verdi-arancio. Però è ancora molto presto per poter emettere verdetti e sicuramente vorremo lo stesso entusiasmo per i prossimi appuntamenti della stagione.

 

Daniel Gnisci