Premiazioni Societarie Attività 2016

Si sono tenute il 1° di aprile le premiazioni societarie nel prestigioso Istituto Santa Maria, che ci ha ospitati su iniziativa di Flavio Rambotti, che svolge per la società il ruolo di tecnico nella scuola insieme a Dario Tomassi.

Dopo un caloroso saluto da parte del presidente della Campidoglio Marco Giangrande, che ha successivamente condotto le premiazioni, si inizia con il discorso di Fabio Martelli (presidente della FIDAL Lazio), che si complimenta con la società per il lavoro svolto nel 2016 e motiva i dirigenti per un futuro altrettanto produttivo. Dopo essersi congedato ritorna la parola a Marco che espone le statistiche del settore giovanile prima e dopo il 2016 (dati che lasciano a sperare in un buon futuro per la squadra assoluta).

Le premiazioni iniziano chiamando i detentori dei nuovi record sociali assoluti, promesse, junior e allievi uomini.

I primi sono Francesco Lov Vinci, Francesco Rossi, Fabio Tardito e Thomas Manfredi che nella 4×200 indoor hanno corso in 1’28″95. Nella 4×400 promesse Cristiano Colombi, oltre a mettere il suo nome sul record sociale assoluto e promesse degli 800 (1’50″35), prende il posto di Francesco Vinci e con la nuova formazione si corre in 3’15″16. Nella 4×100 il quarto, oltre i tre sempre presenti, è Edoardo Ceruti, che coprendo la prima frazione lancia la squadra che riesce a correre in 41″34. Mentre Lorenzo Centracchio sigla il nuovo record sociale allievi sui 110hs con 15″35.

Si passa ai giovani (esordienti, ragazzi e cadetti uomini) che hanno riscritto i record sociali. Spicca fra tutti Luca Maranto che si prende i record dai 200 ai 1000, quadruplo e triathlon nella categoria Ragazzi. Alberto Camisasca, esordiente A, fa suo il record dei 500, mentre Christian Pierdet conquista quello del vortex. Edoardo Lallini, Giorgio Stanziale e Andrea Filosto siglano rispettivamente i record su 50m, lungo e vortex categoria esordienti B. E per Luca Fiorenzi c’è il nuovo sociale sui 500m cadetti.
È ora delle donne, categoria assolute, promesse, juniores e allieve.
Arianna Musu si porta a casa il sociale promesse e assolute sul salto triplo con 12.02m. Giulia Ceribelli riscrive il suo primato assolute del giavellotto (41.50m) mentre Cecilia Lozzi, con un terzo posto agli italiani di categoria, si porta a casa quello promesse con 40.82m. Flavia Marini fa suo quello sui 2000 siepi in 8’27″46 e Maria Stella Vacca, protagonista tra le allieve, riscrive i sociali sui 100hs e triplo, 15″05 e 10.54m.
Per le più piccole (esordienti, ragazze e cadette) si parte da Giulia Azzarello su 80, 150, 4×100 e 4×200 cadette, una bella collezione di primati, non c’è che dire! Poi c’è Alessandra Cravagno sulla 4×100,  Lavinia Germano mette il suo nome sui 200, 300, 4×100 e 4×200. Mentre Francesca Giusti dà grande dimostrazione delle sue doti e, spaziando in più ambiti, riscuote successo coi nuovo record sociali nel salto triplo, giavellotto, pentathlon, 80hs e 4×200 della categoria cadette. Alexandra Marks fa suoi i 600 e la 4×200 cadette. Nella categoria ragazze c’è Martina Santi su 60, 150, 200 e peso. Anna Stanziale sul quadruplo e 3×200 ragazze con le altre due componenti di questa promettente staffetta che sono Elena Maria Menè e Martina Pascoli. Per le esordienti A abbiamo Cecile Bisciaio sui 50 m e Maria Caroppo sul lungo e 500.
Finiti i premiati per i record sociali si passa ai premiati per le presenze gara.
Gli uomini sono: Francesco Mammucari categoria junior. Francesco Visentin categoria promesse. Orazio Smith e Alessandro Lo Giudice per i senior.
Per le donne le premiate per presenza gara sono: Chiara Paternostro e Carla Pedone a pari merito per la categoria junior mentre Daniela Cecchetti per le senior.
Ci sono state premiazioni anche per gli atleti che hanno spiccato nei campionati italiani di categoria:
Luca Barbieri 7° sui 400hs

William Carassai 8° sulla 4×200 insieme a Serghey Corradini, Gioele Catalano e Luca Barbieri

Gioele Catalano 4° sui 400 indoor
Matteo Iachini 5° sulla 4×400
Filippo Morseletto 3° nel salto triplo indoor, 5° outdoor e maglia Azzurra nel triangolare ITA-FRA-GER.
Matteo Pacenza 7° sugli 800 indoor

Si è deciso di premiare anche parte della squadra allievi, data la dimostrazione di tenacia nella finale CDS: Lorenzo Arbolino per le prestazioni nei 2000 siepi e peso, Edoardo Berardelli per l’alto e il disco, Victor Curcuianu per gli 800, 1500 e 4×400. Altri protagonisti sono stati Tommaso D’Angelo e Lorenzo Dobrovich sulla 4×400 uno e 4×100 l’altro, Andrea Flati sui 200, Paolo Morseletto sui 200, lungo e 4×100, Alessandro Pancalli sull’asta e Andrea Stanziale sui 3000.
Per la categoria master i premiati sono: Elisa Palamara che è arrivata 3a sui 1500 SF35, Francesca Delon 2a al peso SF40 e Fabrizio Scipioni 1° nel martello SM40.
Gli ultimi premiati sono i più importanti, quelli che hanno dimostrato grande talento nel 2016. Sono gli ATLETI DELL’ANNO! Che vedono vincitore per gli uomini Cristiano Colombi, capitano della squadra maschile assoluta e detentore di molti dei record sopracitati. E per le donne, Maria Stella Vacca, che a pari merito con Cecilia Lozzi, prende il titolo di atleta dell’anno. Nonostante la sua tenera età ha dimostrato più e più volte sangue freddo e senso di sacrificio per la squadra, per non parlare dei risultati personali, che preannunciano a Maria Stella un bel futuro in questo sport.
Un premio va anche a Sabrina Gnisci, capitana della squadra assoluta femminile, che ha dato prova costantemente di impegno e attaccamento.

Un ringraziamento agli ospiti attivi nelle premiazioni: Riccardo de Martini nostro ex atleta detentore insieme a De Gregorio, Gionfriddo e Vecchi del precedente record nella 4×200 e tutti i genitori, tecnici e atleti.
Ringraziamo inoltre il Rettore dell’istituto Piergiorgio Arsuffi per la disponibilità dell’aula magna e Liliana Iafigliola per la realizzazione dell’annuario 2016.

Thomas Manfredi

Annuario_1_2016_Def